Carta Servizi

Regolamento dei Diritti e dei Doveri del Malato

Di seguito presentiamo i principi generali dai quali ha origine la carta dei servizi e il regolamento dei diritti e dei doveri del malato.

Principi fondamentali dai quali ha origine la carta dei servizi:

  • Eguaglianza: ogni cittadino ha uguali diritti riguardo l’accesso ai servizi sanitari. Nell’erogazione del servizio, nessuna distinzione può essere compiuta per motivi riguardanti il sesso, la razza, la lingua, la religione, le opinioni politiche e le forme di handicap fisiche e mentali.
  • Imparzialità: l’azienda si ispira ai criteri di imparzialità, cioè di giustizia e di obiettività. Ad ogni cittadino ha dovuto un comportamento che rispetti la sua dignità.
  • Continuità: l’erogazione dei servizi pubblici, nell’ambito delle modalità stabilite dalla normativa specifica, dev’essere continua, regolare e senza interruzioni. I casi di funzionamento irregolare o di interruzione del servizio devono essere espressamente regolati dalla normativa di settore. In tali casi soggetti erogatori devono adottare misure volte ad arrecare agli utenti il minor disagio possibile.
  • Diritto di scelta: il cittadino ha diritto di scegliere tra i soggetti che erogano il servizio.
  • Partecipazione: la partecipazione del cittadino alla prestazione del servizio pubblico dev’essere sempre garantita, sia per tutelare il diritto alla corretta erogazione del servizio, sia per favorire la collaborazione nei confronti degli operatori. Il cliente diritto di accesso alle informazioni che lo riguardano e che sono in possesso del soggetto erogatore. Tale diritto di accesso è esercitato secondo le modalità disciplinate dalla legge 7 agosto 1990, n. 241. il cliente può presentare memorie, documenti ed osservazioni e formulare suggerimenti per il miglioramento del servizio. I soggetti erogatori danno immediato riscontro al cliente circa le segnalazioni e le proposte da esso formulate, secondo quanto indicato dal regolamento di pubblica tutela. Di soggetti erogatori acquisiscono periodicamente la valutazione cliente circa la qualità del servizio reso.
  • Efficienza ed efficacia: l’azienda adotta le misure idonee per garantire l’efficienza e l’efficacia dell’erogazione dei suoi servizi.


Regolamento dei diritti e dei doveri del malato:


›   I Diritti

  1. Il paziente ha diritto di essere assistito e curato con premura ed attenzione, nel rispetto della dignità umana e delle proprie convinzioni filosofiche e religiose.
  2. In particolare, durante la degenza ospedaliera, ha diritto ad essere individuato con il proprio nome e cognome. Ha altresì diritto ad essere interpellato con il ”lei”.
  3. Il paziente ha diritto di ottenere dalla struttura sanitaria informazione relativa alle prestazioni dalla stessa erogate, alle modalità di accesso ed alle relative competenze. Lo stesso diritto di poter identificare immediatamente le persone che lo hanno in cura.
  4. Il paziente ha diritto di ricevere un’assistenza medica ed infermieristica adeguata alla gravità della propria malattia.
  5. Il paziente ha diritto di ottenere dal sanitario che lo cura informazioni complete e comprensibili in merito alla diagnosi della malattia, alla terapia proposta e alla prognosi.
  6. In particolare, salvo i casi di urgenza nei quali il ritardo possa comportare pericolo per la salute, il paziente diritto di ricevere notizie che gli permettono di esprimere un consenso effettivamente informato prima di essere sottoposto ad interventi diagnostici e terapeutici; queste informazioni debbono riguardare anche le possibili alternative ed i potenziali rischi o disagi conseguenti il trattamento. Quando sanitario raggiunga la motivata convinzione dell’inopportunità di una informazione diretta, questa dovrà essere fornita, salvo espresso diniego del paziente, ai familiari o a coloro che esercitano potestà tutoria.
  7. Il paziente a, altresi, diritto di essere informato sulle possibilità di indagini e trattamenti alternativi, anche se eseguibili in altre strutture. Quando il paziente non sia in grado di decidere per sé stesso in piena autonomia le stesse informazioni dovranno essere fornite familiari o coloro che esercitano potestà tutoria.
  8. Il paziente ha diritto a che le informazioni relative alla propria malattia ed ogni altra circostanza che lo riguardi, rimangano segrete.
  9. Il paziente ha diritto di rinunciare a cure e prestazioni programmate, informando tempestivamente i sanitari che lo curano, e le sue intenzioni espressione della sua volontà.
  10. Il paziente ha diritto di presentare segnalazioni e inoltrare reclami che debbono essere sollecitamente esaminati dai responsabili della struttura ospedaliera, ed essere informato tempestivamente sull’esito delle stesse, secondo quanto previsto dal regolamento di pubblica tutela di questa azienda.
  11. Il paziente ha il diritto di usufruire di quanto previsto dalla carta dei servizi sanitari di questo poliambulatorio. La diretta partecipazione all’adempimento di alcuni doveri è alla base di usufruire pienamente dei propri diritti. L’impegno personale ai doveri è un rispetto verso la comunità sociale e servizi sanitari sono uniti da tutti i cittadini. Ottemperare un dovere vuol dire anche migliorare la qualità delle prestazioni erogate da parte dei servizi sanitari del poliambulatorio Lavoro & Salute centro medico polispecialistico.


›   I Doveri

  1. Il cittadino malato quando accede in una struttura sanitaria di questo poliambulatorio è invitato ad avere un comportamento responsabile in ogni momento, nel rispetto e nella comprensione dei diritti degli altri pazienti, ed a collaborare con il personale medico, infermieristico, tecnico e con la direzione sanitaria.
  2. L’accesso al poliambulatorio esprime da parte del cittadino paziente un rapporto di fiducia e di rispetto verso il personale sanitario, presupposto indispensabile per l’impostazione di un corretto programma terapeutico ed assistenziale.
  3. È dovere di ogni paziente informare tempestivamente i sanitari sulla propria intenzione di rinunciare, secondo la propria volontà, a cure e prestazioni sanitarie programmate.
  4. La convivenza all’interno del poliambulatorio impone il rispetto del proprio decoro con un abbigliamento consono all’interno della struttura.
  5. Il cittadino è tenuto al rispetto degli ambienti, delle attrezzature e degli arredi che si trovano all’interno del poliambulatorio, essendo gli stessi patrimonio di tutti e quindi anche propri.
  6. Chiunque si trovi in questo poliambulatorio è tenuto al rispetto degli orari di prenotazione delle visite stabiliti dalla direzione sanitaria, al fine di permettere lo svolgimento della normale attività assistenziale.
  7. Nella consapevolezza di essere parte di una comunità è molto importante è evitare qualsiasi comportamento che possa creare situazioni di disturbo o disagio agli altri pazienti (rumori, radioline o televisioni con volume alto, etc.). Per i pazienti l’uso del cellulare è vietato; tuttavia può essere utilizzato dalle persone che assistono, solo al di fuori dalla struttura.
  8. In questo poliambulatorio è vietato fumare. Il rispetto di tale disposizione è un atto di accettazione della presenza degli altri e un sano personale stile di vivere nella struttura ospedaliera.
  9. L’organizzazione e gli orari previsti nella struttura sanitaria della quale si accede, devono essere rispettati in ogni circostanza. Le prestazioni sanitarie richieste in tempi e modi non corretti determinano un notevole disservizio per tutta l’utenza.
  10. È opportuno che pazienti e gli accompagnatori visitatori si spostino all’interno del poliambulatorio utilizzando i percorsi riservati ad essi, raggiungendo direttamente le sedi di loro interesse.
  11. Il personale sanitario, per quanto di competenza, è invitato a far rispettare le norme enunciate per il buon andamento del reparto ed il benessere del cittadino malato.